Una fabbrica all’avanguardia nel cuore della Champagne

Un progetto dalle dimensioni e dai livelli di performance senza precedenti. Una collaborazione di successo per Elettric80 e BEMA.

Elettric80 e BEMA sono state scelte per realizzare un nuovo complesso produttivo a Champagne, in Francia. L’architettura dell’impianto è stata progettata in modo tale da rispettare l’ambiente e adattarsi armoniosamente al paesaggio della regione francese inclusa tra i siti UNESCO patrimonio dell’umanità.

Il progetto prevedeva l'ottimizzazione dello spazio

Partendo da queste esigenze paesaggistiche, il progetto è stato sviluppato a un solo piano di altezza, andando poi a espandersi sottoterra.

Le nostre due aziende sono state scelte per apportare un contributo fondamentale in questa sfida, vale a dire la progettazione e attuazione di uno stabilimento completamente automatizzato e integrato in tutto il proprio ciclo produttivo. Una struttura di queste dimensioni non si era mai vista in precedenza nel settore dello champagne.

Come ha spiegato il direttore della produzione: “Non ci si era mai attentati prima a un progetto di tale portata e per questo cercavamo un partner capace di combinare sviluppo, innovazione e affidabilità. Per queste ragioni abbiamo scelto Elettric80 e BEMA”.

Il progetto ha richiesto l’ottimizzazione della gestione dello spazio. Infatti, considerando la necessità di sfruttare al meglio le cantine per l’invecchiamento, le casse dello champagne sono state impilate su quattro livelli, in cantine dislocate su due piani sotterranei lunghi 300 metri e larghi 80. Nel loro complesso, questi locali arrivando ad occupare una superficie totale di 50000 metri quadrati, che permette di immagazzinare 90000 casse.

I venticinque LGV (veicoli a guida laser) dispiegati, riescono a muovere oltre 300 casse all’ora. Tutte le operazioni vinicole di mise en cave, transfert, remuage, habillage, fino alla spedizione sono svolte puntualmente dagli LGV, fatto che rende estremamente efficiente l’intero processo di fabbrica.

“Il processo di produzione dello champagne si compone di diversi stadi che richiedono l'immagazzinamento temporaneo di bottiglie nelle apposite casse e un'efficace gestione del vino in deposito. Siamo orgogliosi del successo di questo progetto e vogliamo ringraziare Elettric80 e BEMA per il loro significativo contributo” ha sottolineato il direttore dell’impianto.

Le nostre aziende hanno completato il progetto con un fine-linea completamente robotizzato composto da un sistema automatico di controllo pallet, da un fasciatore ad alta velocità e da un’etichettatrice.

Gli obiettivi raggiunti

Grazie alla tecnologia firmata Elettric80 e BEMA e al supporto garantito dai nostri colleghi, l’azienda produttrice di Champagne ha raggiunto tutti i suoi obiettivi:

  • migliorare la qualità delle bottiglie minimizzando gli impatti durante la lavorazione;
  • ottimizzare il processo di invecchiamento grazie al controllo della luce e alla riduzione delle vibrazioni;
  • assicurare la totale tracciabilità del prodotto;
  • ottimizzare lo spazio di immagazzinamento;
  • eliminare gli incidenti, in precedenza molto frequenti.