Sistemi robotizzati per incrementare la sostenibilità della smart factory

Elettric80, grazie alla sua divisione robotica Bema, è specializzata anche nella realizzazione di sistemi innovativi per il fine linea che si integrano perfettamente con tutte le soluzioni automatizzate di movimentazione, pallettizzazione e stoccaggio. In particolare, qualità, conformità e sicurezza di fasciatura ed etichettatura vengono continuamente testate ed elaborate all’interno del Bema Lab, lo spazio dedicato allo sviluppo di soluzioni personalizzate mirate ad anticipare le esigenze produttive dei clienti.

BEMA LAB, il laboratorio dedicato alla crescita e alla condivisione di esperienze tecniche

Bema Lab rappresenta la perfetta sintesi tra realtà industriale all’avanguardia e valori aziendali di crescita sostenibile. Al suo interno un team di ricerca e consulenza testa le ricette di fasciatura ed etichettatura con l’obiettivo di sviluppare le migliori soluzioni di packaging terziario per i propri clienti garantendo massima stabilità del carico, totale tracciabilità e integrità del prodotto, oltre ad una notevole riduzione del materiale di imballaggio utilizzato.

Due sistemi verificano la stabilità del carico a velocità diverse e su mezzi di trasporto differenti: la tavola vibrante per la simulazione del trasporto su strada, nave o rotaia e il banco per test accelerazione e stabilità palette conforme allo standard EUMOS 40509, riconosciuto come standard applicabile dalla direttiva europea per la sicurezza del carico su strada EU 2014/47. Inoltre, attraverso un set di celle di carico viene misurata la forza di contenimento del film sugli angoli del prodotto durante il processo di fasciatura.  All’interno del Bema Lab testiamo quindi la stabilità dei diversi prodotti e realizziamo una soluzione custom di fasciatura garantendo al cliente il risultato nel tempo.


Credits: Kai-Uwe Schulte-Bunert

SILKWORM, una soluzione innovativa e sostenibile di fasciatura robotizzata

Flessibilità, ridondanza, velocità, ridotto utilizzo di film, autonomia operativa per un layout compatto.
Sono le caratteristiche fondamentali del Silkworm, un sistema che ha rivoluzionato il concetto di fasciatura con film estensibile abbinando la robotica alla bobina da 1000 mm e al prodotto in rotazione che garantiscono un’elevata velocità del sistema.
Il cambio automatico della testa di fasciatura permette di incrementare in totale sicurezza l’efficienza dell’impianto rispetto agli standard: una tecnologia brevettata che grazie alle due teste garantisce con un unico sistema la continuità operativa e un’autonomia fino a 8 ore.
L’impiego della bobina di film da 1000 mm e 60 kg di peso ne riduce notevolmente la frequenza di sostituzione, consentendo di diminuire, rispetto ai sistemi tradizionali che utilizzano la bobina da 500mm, il numero di giri di fasciatura.
Il software di gestione unito alla bobina da 1000mm permette di creare la ricetta di fasciatura adatta alle esigenze di ciascun cliente, controllando il valore del pre-stiro del film e utilizzando solo la quantità di film necessaria in base alla tipologia del prodotto. Il Silkworm garantisce così massima stabilità del carico, riduzione drastica della quantità di plastica impiegata, il consumo energetico e i costi di manutenzione.

FILM DOUBLING, un'assoluta novità nel campo delle tecniche di fasciatura

Per garantire un ulteriore incremento della sostenibilità di impianto abbiamo realizzato all’interno del Bema Lab, la tecnologia Film Doubling.
Lo studio nasce con l’obiettivo di perfezionare la distribuzione del film di fasciatura sui prodotti pallettizzati, massimizzandola nei punti ritenuti più critici – come, ad esempio, il primo strato di prodotto – e riducendola al contempo nei punti in cui non risulta necessario: con le tecniche tradizionali di fasciatura, infatti, è nella parte centrale del pallet che si concentra la maggior quantità di film.
Questo dispositivo brevettato, inserito all’interno della testa di fasciatura, consente di ottenere, in un determinato momento del ciclo di fasciatura, due fasce di film separate e di sovrapporle prima di applicarle sul pallet. Nella prima parte del ciclo di fasciatura, la fascia di film viene erogata per intero, mentre nella seconda parte del ciclo, la fascia viene raddoppiata. Questa innovativa tecnica garantisce un ancoraggio più solido tra la paletta e il primo strato di prodotto, impedendone il disassamento.
Rispetto ai sistemi tradizionali, il Film Doubling permette di raggiungere la stessa stabilità di carico con un notevole risparmio di film plastico, come riscontrato dai nostri clienti.

RAPTOR, una soluzione di etichettatura che incrementa flessibilità e velocità

Raptor, il sistema ridondante di etichettatura robotizzata, è dotato di un robot antropomorfo che consente l’applicazione automatizzata delle etichette su più facce e più livelli, garantendo flessibilità ed elevata velocità operativa in spazi ridotti. Il braccio applicatore è dotato di una telecamera per la verifica della corretta applicazione dell’etichetta e della leggibilità del barcode.
La ridondanza del sistema, grazie all’opzione con due stampanti, permette di raddoppiare l’autonomia operativa e di effettuare il cambio automatico della bobina etichette senza fermo macchina, aumentando così l’efficienza complessiva del fine linea.
L’etichettatrice robotizzata presenta un’ergonomia ottimale per l’operatore che va a sostituire la bobina all’esterno delle protezioni perimetrali, in totale sicurezza senza interrompere il ciclo di etichettatura.

ROBOTIC SYSTEMS from Elettric80 spa on Vimeo.